Indotto Eni: i sindacati chiedono proroga ammortizzatori sociali, per garantire lavoratori

Una proroga degli ammortizzatori sociali in deroga, per gli operai dell’indotto Eni di Gela che hanno perso il lavoro, così come realizzato per l’area industriale di Termine Imerese. Questo quanto chiesto dai segretari della Cgil, Cisl e Uil rispettivamente Ignazio Giudice, Emanuele Gallo e Maurizio Castania. Tutto ciò al fine di garantire la permanenza dei lavoratori nel sistema produttivo dell’indotto in vista dell’Accordo di Programma che sarà sottoscritto dalle parti entro il 15 settembre. Il riferimento é Protocollo d’Intesa sottoscritto il 6 novembre 2014 tra Mise, GovernoRegione, Sindacati Confederali, Eni e Confindustria e dopo aver pubblicato il Decreto sulla Gazzetta Ufficiale sull’area di crisi complessa

Articoli correlati