Inizia il “Settembre gelese” grazie ad artisti e associazioni. Salinitro: “Vogliamo promuovere la cultura e non dover dire che mancano i soldi”

Al via il “Settembre gelese”, un calendario di appuntamenti che vanno dall’arte al teatro, dalla musica alla ceramica, dalla fotografia alla storia e al cinema. A presentarlo stamattina in conferenza stampa l’assessore Francesco Salinitro. Tanti gli eventi artistico-culturali in programma che iniziano “in ritardo” rispetto all’estate gelese, ma che non mancheranno grazie all’impegno fisico, organizzativo ed economico delle associazioni e degli artisti che si sono messi in gioco e degli sponsor che, nonostante la crisi, hanno voluto sostenere queste iniziative. Previsto il ritorno di appuntamenti ormai consolidati quali il Festival del Golfo, giunto alla sua nona edizione e che quest’anno si terrà in un’unica serata, lo “Sperone Arte”, la manifestazione che da anni coinvolge numerosi artisti che popolano i cortili della via Pisa in occasione dei festeggiamenti patronali, il Gela Jazz Festival che replica anche quest’anno con grandi nomi della musica jazz internazionale come Stjepko Guth e Barry Harris e ancora mostre cinematografiche ed esposizioni storiche, la prima in ordine di tempo stasera dal titolo “Gela segreta. I tesori di San Francesco” nella chiesa San Francesco. Previste anche diverse novità fra cui gli appuntamenti del Teatro Eschilo Lab e manifestazioni dedicate ai più piccoli. “Quest’anno, purtroppo, il Comune ha potuto sostenere poco gli artisti che hanno permesso di fissare tutti questi appuntamenti – ha detto Salinitro – ora come ora, dobbiamo comportarci con prudenza, dobbiamo essere oculati come dei padri di famiglia. Tuttavia, l’intenzione è quella di poter promuovere la cultura in città senza dover dire che mancano i soldi per farlo e ci impegneremo in tal senso”. Il calendario ufficiale degli eventi, intanto, sarà reso noto in questi giorni.