Insulti alla Lucarelli: pretese scuse dal Gela Calcio. Voi da che parte state?

La polemica tra Selvaggia Lucarelli (dj e conduttrice della rubrica Stanza Selvaggia su radio M2O) e il Comune di Gela sembrava essersi estinta dopo una settimana rovente. A quanto pare la frase “Gela non è bellissima!”, oltre a scatenare le ire e le indignazioni degli assessori che hanno trovato sfogo in diretta con le dichiarazioni dell’ass. Francesco Salinitro e su facebook con un allestimento fotogafico che miravano a far rimangiare le parole alla nota conduttrice radiofonica, hanno toccato anche molti dei cittadini gelesi che ieri durante il match tra Gela Calcio e Cus Palermo hanno esposto nel cuore della Curva Angelo Boscaglia un più che eloquente striscione che citava: “Selvaggia Lucarelli p……, Gela non si critica, si ama!” 
 
Ecco quindi che riprende la polemica poiché lo striscione non è passato inosservato e anzi proprio questa mattina ha trovato le dure critiche della nota conduttrice che durante la diretta della rubrica “Stanza Selvaggia” ha così dichiarato: “I protagonisti di questa vicenda sono delle capre ignoranti e so che da loro, oltre a non riceverle, non accetto le loro scuse. Sono stufa del fatto che ogni qualvolta una donna fa una dichiarazione scomoda il web debba apostrofarla come puttana, cagna e zoccola. Basta! Io le scuse le pretendo dalla società e voglio che costoro prendano le distanze da un tal gesto, ma so che non sarà così!”
Durante la diretta si è provato anche a contattare il presidente Angelo Tuccio il quale però non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito alla vicenda limitandosi a dire che il Gela Calcio non sapeva nulla di quello striscione.