Intervista all’atleta niscemese Alice Mangione, record regionale di atletica leggera.

È la niscemese Alice Mangione, a detenere il record regionale di Atletica leggera. Giovanissima, classe 1997, può vantare tante esperienze nazionali ed internazionali: ha vestito tante maglie azzurre, vincitrice nel 2013 e 2014 di due titoli nazionali, nel 2015 sesto posto alle gare individuali degli europei juniores, record italiano di staffetta e medaglia d’argento CUS Palermo.

L’atleta, gareggerà a Palermo questo fine settimana con la categoria assolute per confermare il punteggio in serie A argento per i campionati italiani di società assoluti. Sabato dovrà correre i 400 metri e domenica 200 metri e staffetta per la sua società CUS Palermo.

«Mi sono allenata duramente due ore al giorno- ha detto l’atleta- spero di portare un buon punteggio alla mia squadra».

.

La nascita di una passione

All’età di quattordici anni il suo primo approccio con l’atletica. «Non è stato amore a prima vista- ha detto Alice- facevo danza classica, il mio sogno era quello di diventare una ballerina. Grazie al mio professore di educazione fisica ho scoperto questa dote innata. Appena ho posato i piedi sulla pista, ho capito di non potere farne a meno, portando a casa ottimi risultati e consensi da parte del pubblico».

Riesci a conciliare studio ed allenamento?

«Si, non ho problemi a far conciliare studio ed allenamento. Studio tutte le sere dopo gli allenamenti».

Quando affronti una gara ci metti più tecnica o determinazione?

«Durante una gara preferisco mettere da parte la tecnica e concentrarmi solo a raggiungere il traguardo e fare del mio meglio».

Cos’è per te l’atletica?

«Per me l’atletica è vita. Nelle giornate “no”, mi aiuta tanto a riflettere e scaricare la tensione. Ringrazio il mio allenatore Gaspare Polizzi, che mi supporta in ogni allenamento e la mia famiglia che mi sostiene da lontano. Spero di regalare loro molte soddisfazioni e riuscire a partecipare alle olimpiadi, un giorno.

  

Intervista del 04/05/2016.