“Io voglio vivere”, Giacomo Giurato presenta l’inno alla vita del suo libro

Una biografia che si legge come un romanzo, scritto per i pazienti oncologici e per i loro familiari, che vuole essere un punto di riferimento per affrontare le difficoltà legate alla gestione della malattia.

Ancora una volta, la Casa Editrice BookSprint Edizioni ha affrontato una tematica importante e di spessore, come quella racchiusa nella toccante autobiografia dell’autore gelese Giacomo Giurato, dal titolo “Io voglio vivere”, un testo che riesce a esprimere tutta la forza del suo messaggio, arrivando dritto al cuore di ogni lettore.

Un inno alla vita, un invito a non mollare, a non smettere mai di volere, ad ogni costo, un futuro. Esserci per l’altro, dedicare la propria esistenza al fratello in difficoltà rappresenta la mission dell’autore, impegnato nella sua personale battaglia contro il cancro.

Il libro è dedicato ad Augusto, un paziente con il quale Giacomo Giurato ha condiviso tutto, la stessa patologia, lo stesso reparto, gli stessi medici e la stessa terapia. La malattia li ha fatti incontrare e la malattia, crudele, ha deciso di dividerli.

Un emozionante viaggio attraverso la narrazione autobiografica di incontri speciali con persone speciali. Il racconto scivola fluido e lineare in un’impostazione narrativa snella e veloce, che permette al lettore di immergersi completamente nell’ambiente raccontato e di vedere con i propri occhi i personaggi che di volta in volta lo popolano, grazie all’inserimento di immagini che rendono il tutto realistico e ancora più coinvolgente.

La presentazione è in programma per giovedì 26 luglio, al club La Vela, nel lungomare di Gela. Interverranno Ugo Consoli, Direttore UOC di Oncoematologia dell’ospedale Garibaldi Nesima di Catania, Stella Impera, Dirigente medico UOC di Oncoematologia dell’ospedale Garibaldi Nesima di Catania, Gaetano Riva, Coordinatore Nazionale dell’Osservatorio Buona Sanità, Ketty Perrotta, medico genetista e Luigi Nastasi, Presidente del club ospitante. Modererà l’avvocato Graziana Cannadoro.

L’appuntamento è alle 20:00. L’evento rientra nella rassegna “Giovedì letterario”.