Irsap: permane problema sicurezza alla zona industriale di Gela. Intervengano associazioni di categoria

Dopo l’approvazione del progetto per i lavori di adeguamento dell’impianto di illuminazione al Led, finanziato con oltre 1 milione dai Fondi del Patto per il Sud, asesso l’Irsap chiede vigilanza e sicurezza nella zona industriale di Gela. A tal proposito sono state convocate le aziende dell’agglomerato industriale per affrontare la questione.

Il dirigente responsabile dell’ufficio periferico Irsap di Gela, Maurizio Catania ha sottolineato la disponibilità dell’Irsap a concedere la guardiania in comodato d’uso, fermo restando la disponibilità delle aziende a farsi carico del servizio di vigilanza e l’impegno di Irsap a installare una barra mobile per limitare accesso.
Purtroppo poche aziende hanno partecipato all’incontro che si è svolto ieri e adesso la palla passa in mano alle associazioni di categoria datoriali

“Data la non folta partecipazione, nonostante l’invito alle aziende, gli imprenditori hanno ritenuto opportuno delegare le associazioni di categoria datoriali, Confindustria, Confcommercio, Confartigianato e CNA e altri eventuali soggetti rappresentativi delle aziende, ad acquisire la disponibilità delle aziende ad assumere l’onere del servizio di guardiania o eventualmente proporre all’Irsap soluzioni alternative alla problematica, sempre e comunque previa approvazione di tutte le aziende presenti”. Ha detto Maurizio Catania.
All’incontro di ieri erano presenti i alcuni rappresentanti delle aziende gelesi Sicilsaldo, Turco Costruzioni, Centro Revisioni Ventura, Eurotec, Romano Lucia, Induplast, Malluzzo Prefabbricati, Gradito Oleodinamica e la Di Natale Edil Sider.

Le problematiche sulla sicurezza derivano dalla scarsa illuminazione specie nell’agglomerato Nord-Est che ha determinato anche il ripetersi di furti ai danni delle aziende. Pronto per essere messo a bando di gara con procedura aperta il progetto esecutivo Irsap che prevede Lavori di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico della pubblica illuminazione.