Istruzione: divario tra nord e sud. Domani convegno nazionale al liceo Eschilo

“L’Istruzione difficile: i divari nelle competenze fra Nord e Sud”, è il titolo del convegno nazionale che si terrà domani  sabato 3 ottobre alle ore 10:00, nell’aula magna del Liceo Calssico Eschilo. Si tratta di un incontro-dibattito sull’istruzione in Italia in generale e siciliana in particolare.  L’occasione è rappresentata dalla presentazione del rapporto della Fondazione RES sulla scuola italiana: L’Istruzione Difficile i Divari nelle Competenze fra Nord e Sud, pubblicato dall’editore Donzelli.  
La fondazione RES (Istituto di ricerca su economia e società in Sicilia) sostenuta dalla fondazione Sicilia e da Unicredit S.p.A. è presieduta da Carlo Trigilia, professore ordinario di Sociologia economica all’Università di Firenze, tra i maggiori esperti dei problemi del mezzogiorno, nel 2013 è stato Ministro della Coesione Territoriale.  
 La pubblicazione del rapporto, che ha coinvolto venti autori impegnati in diverse Università italiane e un dirigente del Miur, è stata curata da Pier Francesco Asso, professore ordinario di Storia del pensiero economico all’Università di Palermo; Laura Azzolina, ricercatrice di Sociologia economica, all’Università di Palermo; Emmanuele Pavolini, professore associato di Sociologia economica all’Università di Macerata.    
All’incontro, oltre a Carlo Trigilia, interverranno: Laura Azzolina, che è anche coautrice del rapporto; Gabriella Alfieri, docente di Storia della lingua italiana all’Università di Catania, Accademica della Crusca e Presidente della Fondazione Giovanni Verga. È prevista, inoltre, la partecipazione dei Rettori o di loro delegati delle Università siciliane. 
Il convegno è organizzato, congiuntamente, dall’associazione Officine siciliane di Catania, presieduta dall’economista Maurizio Caserta,  e dall’associazione Cifra (cultura, istruzione, formazione, ricerca, autonomia) di Gela, presieduta da Emanuele Antonuzzo