‘L’ amore brucia come zolfo’, presentazione nel plesso ‘Fermi’ a Marchitello

Un’eroina tragica che spicca prepotentemente per la sua bellezza d’animo e per la capacità di sognare oltre il reale e che accetta la prigionia di un amore dorato per sfuggire all’abbandono, alla solitudine, ai pregiudizi.

È una storia vera quella narrata da Lucia Maria Collerone nel romanzo ‘L’amore brucia come zolfo’. Cecilia, questo il nome della protagonista, è sola in un mondo in cui l’anello debole è la donna. La sua bellezza particolare, diversa, quasi regale, la sua furbizia arguta e la sua intelligenza operosa la rendono appetibile agli occhi del barone che lei incontra e seduce, quando è poco più che una bambina.

Un romanzo storico ambientato nella città di Caltanissetta, nel momento in cui questa è il centro mondiale dello zolfo. La scrittura è veloce e curata, crea immagini forti che nella mente del lettore diventano come scene di un film. Il libro verrà presentato sabato 25 novembre, alle 11:00, nell’aula magna del plesso ‘Fermi’, a Marchitello, in occasione della giornata contro la violenza sulle donne. A promuovere l’iniziativa la libreria Mondadori di via Marconi, in collaborazione con l’istituto ‘Majorana’, diretto dalla preside Linda Bentivegna. Sarà presente l’autrice e interverrà la professoressa Lina Orlando.