L’Ora del Codice, arriva al museo di Gela. Connubio tra innovazione e archeologia

“L’Ora del codice” che mira ad un’educazione informatica, sbarca al Museo Archeologico archeologico di Gela, domenica 13 dicembre dalle ore 9:30 alle ore 13:00. L’evento gratuito, che negli anni passati si è svolto nelle scuole con ampia partecipazione di studenti, è stato organizzato da Coderdojo Gela e da  Google Developer Group Gela. I partecipanti (di ogni età) saranno coinvolti nello scoprire la storia del nostro territorio prima visitando il museo e poi riportando nel mondo virtuale dei videogiochi quanto appena appreso.

Un’evento speciale anche per il format ora del codice che vede impegnati sul campo i mentor del Coderdojo Gela (la palestra digitale per i bambini) e gli sviluppatori della community del Google Developer Group Gela coadiuvati dai professionisti dell’associazione #SHIPLAB (che da sempre si sono spesi per i temi dell’innovazione) e del Gruppo archeologico d’Italia Triskelion (che forniscono il supporto “Storico” all’evento).

L’Ora del codice o Hour of code, parte dal presupposto che i computer sono ovunque, ma l’informatica viene vissuta da semplici utilizzatori passivi e non si pensa a cosa si può creare con la stessa. Le ragazze e le minoranze sono gravemente sottorappresentate. La buona notizia è che siamo sulla strada giusta per cambiare presto tutto questo.

Con l’ora del codice, le scienze informatiche sono state inserita sulle homepages di Google, MSN, Yahoo e anche nel sito della Disney. Oltre 100 partner nel mondo hanno condiviso questo movimento.

L’ultimo anno ogni Apple Store nel mondo ha ospitato un evento #HOURofCODE e anche il presidente degli Stati Uniti Obama ha scritto la sua prima riga di codice grazie a questa campagna.

L’evento organizzato a Gela sarà la prima occasione in cui saranno presentate al territorio le Google Women Techmakers della ormai conosciuta community GDG Gela, ”community nella community” con lo scopo di abbattere il “gender gap” nelle materie scientifiche ed in generale di tutelare tutte le minoranze che come già detto sono sottorappresentate nel mondo scientifico, tecnologico ed informatico. Esse rappresentano di fatto un ulteriore pezzo di puzzle che si aggiunge allo scenario, per fortuna sempre più ricco, delle community dedite all’innovazione nel nostro territorio.

 

Quel che ne esce fuori è un connubio unico destinato a rafforzarsi con il tempo tra innovazione e archeologia necessario per la crescita del nostro territorio.

Le giovani menti infatti grazie allo sviluppo del “pensiero computazionale” e conoscendo le proprie radici sapranno essere “portatori sani di innovazione” nel nostro territorio.

 

L’evento gode del pieno supporto logistico del Museo Archeologico Regionale di Gela che ha sposato fin da subito l’iniziativa aprendo al territorio a questa tipologia di eventi innovativi nonché del patrocinio gratuito del Comune di Gela.

 

Tutti sono invitati a partecipare  dai 7 ai 107 anni, per mettersi in gioco con le nuove tecnologie al Museo Archeologico Regionale di Gela domenica 13/12/15. È necessario partecipare con il proprio computer portatile.

 

L’evento è gratuito ed è necessaria la registrazione per ricevere il certificato di partecipazione al seguente indirizzo: http://goo.gl/forms/q7oktmCKh9

 

Per ogni informazione scrivete a gdevgroupgela@gmail.com

Oppure al numero 3401467909 oppure seguiteci su tutti i social in particolare

 

https://www.facebook.com/gdggela

https://www.facebook.com/coderdojogela