“L’ospedale va salvaguardato e rispettato!”, vandali in azione nel reparto di ortopedia

L’ospedale va rispettato perché è un bene comune e tutti i cittadini hanno il dovere di salvaguardarlo. È stato questo il monito della direzione del “Vittorio Emanuele” lanciato attraverso la stampa alla città di Gela. A stimolare questo messaggio di sensibilizzazione è stato l’ultimo episodio vandalico in ordine di tempo che si è verificato al nosocomio di Caposoprano. Ignoti, infatti, si sono introdotti nel nascente reparto di ortopedia al quarto piano distruggendo a colpi di martello i water, spaccando le placche degli interruttori e danneggiando le prese elettriche. Un danno etico più che economico, che rappresenta il rifiuto di alcuni al cambiamento a discapito dell’intera comunità. In precedenza, purtroppo, si erano già registrati episodi spiacevoli in cui erano state divelte le porte degli ascensori, tappati i bidet con carta ed escrementi e altri gesti simili che mortificano una struttura già provata per certi aspetti. “Chiediamo la collaborazione di tutti – ha detto Luciano Fiorella, direttore dell’ospedale – per evitare il reiterarsi di questi gesti, che vanno condannati perché ostacolano l’avanzamento della nostra struttura”. Il trasferimento del reparto di ortopedia al quarto piano garantirà la disponibilità di trenta posti letto in più e permetterà di concentrare le attività ortopediche tutte in uno stesso piano evitando ai pazienti scomodi sali e scendi. I lavori di ristrutturazione dovrebbero terminare entro fine mese, ciò permetterà di inaugurare il reparto già a ottobre.