La Chiesa Madre e la Regina Pacis in miniatura, a realizzarle un ex decoratore gelese

La Chiesa Madre e la Chiesa Regina Pacis di Gela in miniatura. Sono questi gli ultimi lavori realizzati interamente a mano da Nunzio Marù, ex decoratore in pensione, con la passione per l’artigianato sin da quando era ragazzo. Aveva infatti appena sedici anni quando realizzò la riproduzione della storica Conchiglia. Negli anni tantissime altre creazioni per lui che dell’artigianato ha fatto un vero e proprio mestiere. Noto a Gela per i presepi, una tradizione che dura da ben vent’anni, Marù ci ha sorpreso anche stavolta con la miniatura di due chiese della città realizzate con compensato, canna e cartone nel giro di alcuni mesi. Due parrocchie a cui è molto legato, la prima, la Chiesa Madre, per lo splendore della struttura e la seconda, la Chiesa Regina Pacis, perché è il riferimento del quartiere in cui abita da tempo. Due opere che si è detto pronto a donare a Monsignor Alabiso e a don Angelo Strazzanti se le vorranno. “Le attività manuali si sono un po’ perse purtroppo – ha detto Marù – io continuo a realizzare oggetti a mano proprio per non far perdere questa importante tradizione e far vedere che a Gela c’è ancora chi le fa”. Chissà, dunque, che cosa ci riserverà per il futuro, per adesso per il signor Marù un po’ di meritato riposo.