La croce lignea torna in carcere, Congregazione San Filippo Neri a lavoro per favorire l’aggregazione

Dopo averla portata in processione per la settimana santa a Caltanissetta, i cavalieri della Congregazione San Filippo Neri hanno riconsegnato questa mattina la croce lignea realizzata dai detenuti alla Casa circondariale di Gela, diretta da Gabriella Di Franco.

La croce, simbolo della passione di ogni cristiano, è stata riposta nella cappella della struttura dove alcuni carcerati, la direzione e una rappresentanza della Congregazione si sono uniti nella preghiera con la messa celebrata da don Giorgio Cilindrello. Un momento importante e carico di emozione in un luogo in cui si lavora per riedificare l’uomo e prepararlo a una nuova vita.

A dimostrazione di un impegno che continua, la Congregazione San Filippo Neri ha annunciato anche l’idea di intraprendere un progetto che prevede la creazione di un campo di calcio e uno di basket per promuovere, attraverso lo sport, momenti di aggregazione e condivisione. Già a disposizione dei detenuti della struttura inoltre due tavoli da ping pong.

La croce lignea, intanto, rimarrà nella cappella della Casa circondariale e riabbraccerà il mondo esterno in occasione della settimana santa del 2017.

Articoli correlati