La Gela anni ’70 negli scatti di Giovanni Chiaramonte al Castello Ursino

C’è anche parte della storia della città di Gela anni ’70 nelle immagini del maestro Giovanni Chiaramonte, in mo­stra a Ca­stel­lo Ur­si­no a Ca­ta­nia dal 20 mag­gio al 23 lu­glio.

Gli scatti fanno parte dell’ultima raccolta del fotografo nato a Varese, da genitori gelesi, dal titolo Ultima Sicilia, pubblicata da PostCart nel volume omonimo e accompagnata dai testi di Joel Meyerowitz e Ferdinando Scianna.

Si tratta di 49 fotografie che raccontano il primo progetto fotografico di Giovanni Chiaramonte, risalente agli anni ’70, quando trascorse le vacanze in Sicilia in compagnia della sua Leica. Scatti realizzati a Gela, Licata, Dirillo, Ragusa, Vittoria, Chiaramonte Gulfi, Caltagirone, Butera, Modica, Ponte Olivo e Manfria.

A distanza di anni, il fotografo ha ritrovato in fondo alla sua cantina un centinaio di negativi in bianco e nero, in gran parte mai stampati, testimoni di un mondo scomparso e di un uomo divenuto altro rispetto a quel tempo. Da quel ritrovamento, nasce “Ultima Sicilia”, che ci mostra le immagini di un giovanissimo Chiaramonte, prima della sua ascesa, e di una lontana Sicilia.

L’esposizione nasce da una collaborazione tra l’Accademia Abadir e il Comune di Catania, Assessorato ai Saperi e alla Bellezza Condivisa.

Una mostra che il fotografo di fama internazionale avrebbe voluto realizzare a Gela, e che aveva proposto alla amministrazione. Ma la nostra amministrazione si è fatta sfuggire questa opportunità . Ha scritto in un post l’artista gelese e grande amico di Chiaramonte Giovanni Iudice.

“Tutto ciò che abbiamo di buono lo cediamo agli altri” qualcuno ha commentato.

Intanto per chi vuole può visitare la mostra tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00, ultimo ingresso alle 18:00.

Biglietti: € 6,00 intero – € 3,00 ridotto