La Ghelas ripulisce i siti archeologici: la città in un nuovo itinerario turistico

La Ghelas al lavoro per ripulire i siti archeologici per ospitare al meglio i turisti che arriveranno dalle strutture turistiche vicine. Si tratta di un’iniziativa dell’assessore alla Cultura e Turismo Francesco Salinitro, che comprende l’intervento alle Mura di Caposoprano, al parco archeologico dell’Acropoli e al Granaio Ducale. Ritrovate durante la pulizia anche alcune piante rare, che saranno indicate con diversi cartelli.  Il progetto rientra in un programma che mira a portare i turisti in città, con un itinerario che comprenderà anche la visita nei siti di maggiore interesse storico. Un’accordo è stato già sottoscritto con il Serenusa Village, sito a nella vicina Licata, i cui turisti si attendono a giorni per visitare le bellezze della città. Gela ormai da alcuni mesi fa parte del piano di sviluppo turistico del Distretto della Valle dei Templi. Già consegnati materiale e brochure che contengono gli elementi più significativi della città. ” Abbiamo già preparato ‘itinerario uno, che è quello archeologico, ma in progetto vi sono diversi itinerari”, ha detto l’assessore Salinitro. Coinvolte nel progetto diverse associazioni, come Gela C’Entro, Archeoclub e altre. Diversi gli enti che hanno aderito. .