La Piana di Gela senz’acqua e aziende in crisi. Chiesto incontro al prefetto

L’assenza di acqua nella piana di Gela sarà al centro di un incontro che si terrà in prefettura il 6 settembre prossimo alle ore 10:00. A coinvolgere il prefetto Maria Teresa Cucinotta sono stati i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Ignazio Giudice, Emanuele Gallo e Maurizio Castania. Il comparto agricolo sta attraversando un difficile momento e la carenza di acqua ha determinato la crisi di centinaia di aziende agricole e la precarietà dei lavoratori  del Consorzio di Bonifica.

L’incontro come sottolineato dai sindacalistii avrà l’obiettivo di trovare concrete soluzioni sugli impegni che la Regione e lo Stato devono assumere per evitare la chiusura di centinaia di piccole e medie aziende agricole del comprensorio: Gela, Butera, Mazzarino, Riesi, Niscemi. I sindacati nella richiesta avanzata al prefetto hanno presentato le loro proposte condivise con i produttori agricoli, che vanno dalla dichiarazione dello stato di siccità all’utilizzo immediato dell’apporto dell’acqua della diga del Ragoleto, sita nel ragusano. Si è anche proprosto di indirizzare i fondi inseriti nel Patto per il Sud per la ristrutturazione delle dighe.