La pioggia ci regala il porto, da Gela passano le prime navi da crociera

Nonostante le polemiche, ovvie e comprensibili, c’è ancora chi per fortuna non ha perso il senso dell’umorismo.

A Gela continua a piovere, proprio come avevano preannunciato le previsioni meteorologiche in questi giorni. Dal cielo cade acqua, la stessa acqua che, ironia della sorte, non cola dai rubinetti delle case.

Sono state tantissime nelle scorse ore (e molte altre se ne attendono) le foto che sui social network hanno fatto il giro, mostrando le condizioni di vie e quartieri, letteralmente sommersi dalla pioggia. A partire dalla via Venezia, arteria degna del suo nome e continuando con il lungomare, Settefarine, via Crispi, Fondo Iozza e Manfria, solo per citarne alcuni. L’ironia, puntualissima come sempre, anche in questo caso non si è fatta attendere.

Appena un anno fa circolavano video e foto di gente sui gommoni in via Venezia o intenta a pescare per strada. C’era chi fingeva di tuffarsi con tanto di pinne ai piedi e maschera da sub e chi nuotava in fiumi e canali creati dall’acqua piovana. Anche stavolta gli scenari sono stati gli stessi, sono cambiati soltanto i soggetti.

Ha avuto il boom di like e condivisioni il fotomontaggio della nave da crociera che attraversa la via Venezia, così come un modesto riscontro è stato riservato anche ai post di quanti hanno finalmente ringraziato la politica a suon di “Volevate il porto? Eccolo!”, a fare da indicazione alle foto degli allagamenti. Tra i più fantasiosi c’è stato anche chi ha preso in prestito una notizia regionale dei giorni scorsi, giurando di aver avvistato in via Venezia un esemplare di squalo bianco.

Insomma, anche se difficile da credere, come ogni volta le risate non sono mancate. Una cosa è certa: se la pioggia e i temporali dovessero continuare ad abbattersi sulla città, ne vedremo sì delle brutte, ma anche delle belle.