“La riabilitazione cardiovascolare del paziente diabetico e cardiopatico”, un convegno all’ospedale

“La riabilitazione cardiovascolare del paziente diabetico e cardiopatico”, è questo il titolo del convegno organizzato dall’Associazione Diabetici Eschilo di Gela, in collaborazione con il CeSVoP. Il numero della mortalità per infarto supera quella dei decessi per tumori.

Dopo un infarto, il paziente è chiamato a modificare il proprio stile di vita. La combinazione di un adeguato monitoraggio e intervento clinico, un programma di esercizio fisico e di interventi strutturati educazionali e psico-comportamentali rappresentano la forma più efficace di riabilitazione cardiovascolare per favorire stabilità clinica, recupero funzionale e per effettuare unadeguata prevenzione secondaria. Lattività fisica è definita come una vera polipillola per le sue capacità uniche di prevenire o curare quasi tutte le più importanti malattie croniche, da quelle cardiovascolari al cancro, dal diabete alla depressione e alla demenza, aumentando contemporaneamente il senso di benessere soggettivo a costi minimi. Nel convegno, che vedrà relazionare il pediatra Cocchiara, il diabetologo Gibilras, il cardiologo Spadaro, la psicologa Morselli e il professor Miccichè, si discuterà su come la riabilitazione cardiologica rivesta un ruolo sempre più importante nella gestione del paziente dopo levento acuto. Un ciclo di riabilitazione cardiologica porta a un miglioramento non solo clinico, ma anche psicologico che riguarda in toto lo stile di vita e quindi il quadro generale del paziente. L’appuntamento è per giovedì 10 marzo alle 17:00 nell’auditorium dell’ospedale “Vittorio Emanuele” di Gela, ingresso via Europa.

Articoli correlati