La ricca storia del Santuario dell’Alemanna raccontata al Museo Archeologico di Gela

Ancora un appuntamento con Gela Segreta, questa volta alla scoperta Santuario dell’Alemanna.

La sua storia sarà raccontata, dall’archeologo Angelo Mondo, dal prof. Nuccio Mulè e dalla dott.ssa Salvina Fiorilla. L’appuntamento è per domenica 20 maggio dalle ore 19:00 al Museo archeologico di Gela.

Il Santuario dell’Alemanna ha una storia lunga 8 secoli. I resti della sua bellezza e la sua continuità culturale, fino alla scoperta dell’icona bizantina saranno al centro del’incontro che sarà introdotto dal direttore del museo archeologico Ennio Turco e da Livio Aliotta, presidente del comitato pro-santuario Maria santissima d’Alemanna.

Il santuario di Maria Santissima dell’Alemanna, patrona di Gela sorge su un luogo ha grande importanza perchè, probabilmente, esso fu edificato sopra precedenti templi pagani risalenti all’epoca greca, oltre alla presenti, in tempi ancor precedenti, di una necropoli bizantina.

Situato presso il “Villaggio Aldisio”, il Santuario fu ricostruito nel 1979 dalle mura dell’antichissima chiesetta dell’Alemanna che annovera dietro di se, anni di storia e di credenza Mariana.