La ricerca del sè. In mostra Tuccio da Gela al Palazzo Ducale.

Leonardo Sciascia scriveva di Giuseppe Tuccio nel 1965 “a riconoscere il talento di Tuccio non c’è bisogno di specifica competenza: la sua è una specie di esplosione”, sono passati molti anni dall’incontro tra Sciascia e Tuccio e altrettanti ne sono passati dalle sue parole ma l’esplosione che Leonardo Sciascia ha visto nelle opere di questo pittore è rimasta immutata.

La mostra “La ricerca del sè” è stata inaugurata stasera al Palazzo Ducale di Gela e ha sorpreso il pubblico presente per la luce, la dimensione iconica e la bellezza che l’opera di Tuccio emana. Di pennellate lisce e morbide sono le tele che ritraggono luoghi siciliani noti, fatti di sole e di distese verdi. Diversi sono i volti e in tutti, nonostante le molteplici forme, si intravede un velo di tristezza quanto di speranza. Del resto Tuccio è figlio della Sicilia, isola piena di contrasti e contraddizioni, piena di lutto e luce.

La mostra, promossa dal Centro di Cultura e Spiritualità Cristiana “S. Zuppardo, sarà fruibile fino al 30 maggio.

E’ un’occasione per conoscere un artista a tutto tondo.

Articoli correlati