La sanità che vorrei: raccolta firme giovedì 4 novembre, al Vittorio Emanuele

Una raccolta firme avviata dalla Fsi (Federazione Sindacati Indipendenti) di Caltanissetta,  per una petizione a favore di una sanità alla portata di tutti i cittadini senza distinzioni di classe socilae. La raccolta firme si terrà in 100 città italiane. A Gela l’appuntamento è per giorno 4 novembre in via Palazzi n.100, nei pressi del perimetro interno al presidio ospedaliero Vittorio Emanuele di Gela, dove verranno allestiti i banchetti. La Federazioone sindacati indipendenti chiede, oltre a una sanità universale, un sistema sanitario nazionale nelle garanzie, regionale nella programmazione, e locale nella erogazione dei servizi. Inoltre si chiede l’erogazione delle prestazioni secondo i Lea approvati a livello nazionale e monitorati a livello regionale, al fine di consentire a tutti i cittadini lo stesso tipo di prestazioni. L Fsi chiede adeguamento degli stipendi del personale sanitario al costo della vita con standard europei, inferimieri di famiglia in regime di convenzione per la garanzia di cura dei cittadini nel proprio ambito fmiliare, riconoscimento del ruolo sanitario e la possibilità di carriera per gli Oss che garaniscano all’Utenza un adeguato trattamento negli ospedali e sul territorio, inquadramento contrattuale nell’aree della dirigenza per le professioni sanitarie di cui alla legge 42/1999 e 251/2000, revisioni dei parametri di riconoscimento di lavoro usurante per i turnisti del Ssn.

Articoli correlati