La Settimana Santa a Gela: dalla benedizione delle Palme alla Resurrezione di Cristo

Con la benedizione delle palme e dei rami di Ulivo, in Chiesa del Rosario, e la processione verso la Chiesa Madre prenderanno il via domenica 25 marzo le celebrazioni per la Settimana Santa che per i gelesi rappresenta, assieme alla Cena di San Giuseppe, la festa religiosa più sentita.

Celebrazioni si terranno di lunedì Santo  in Chiesa Madre e mercoledì la preghiera per la città e processione con il canto “do lamientu” mercoledì. Giovedì 29 marzo appuntamento con la Lavanda dei Piedi presso la Chiesa del Rosario, e e processione alle 21:00 verso la Chiesa Madre.Venerdì inizierà la processione penitenziale nel centro storico, dalla Chiesa del Rosario alla Chiesa Madre. Un folla silenziosa accompagnerà le sacre immagini fino a tarda notte.

Venerdì il  Cristo in cartapesta viene portato al Calvario, dove avviene la spogliazione e la crocifissione del simulacro. La venerazione delle sacre immagini inizierà alle 6:00 di mattina alla Chiesa Madre, alle 11:00 inizierà il tradizionale viaggio di Gesù al Calvario. Alle 12:00 la crocifissione e messaggio di mons. Filippo Celona.

Piazza Calvario, con le vie adiacenti, sarà un’immensa distesa di persone per guardare, ricordare, pregare. Alle 19:30 vi sarà la deposizione dalla Croce: si schioda il simulacro che, in un’impressionante silenzio, viene consegnato ai sacerdoti e da questi ai marinai che lo depongono nell’urna per la solenne processione.

L’urna col Cristo morto è portata a spalla dai marinai gelesi che, per antica tradizione, per tutto il tragitto non poggiano mai a terra.

Il sabato, fin dalle prime ore del mattino , la folla si riverserà nella Chiesa Madre per assistere al “funerale” e alla sepoltura del Cristo.La venerazione delle Sacre immagini del Cristo e dell’Assolorata inizieranno in Chiesa Madre alle 7:00. La celebrazione dei Salmi e riposizione del Cristo morto nell’altare della Passione alle ore 9:00. Alle 22:30  la Solenne Veglia Pasquale e la Messa della Resurrezione in Chiesa Madre

Il primo aprile sarà la Domenica della Resurrezione