La storia di Samuele commuove la città e da Roma arrivano i complimenti di Renzi

Ha concluso ieri gli esami di maturità il giovane e sorridente Samuele Di Natale, ragazzo speciale di Gela, sotto lo sguardo emozionato e orgoglioso di mamma e papà. Anni di studio intenso coronati con un’ultima prova sostenuta brillantemente, viva dimostrazione che nulla è impossibile e che la volontà e il sostegno della famiglia, della scuola e della società possono superare qualsiasi pregiudizio. A complimentarsi con Samuele una città intera, commossa dalla sua storia, ma anche il Presidente del Consiglio Mattei Renzi, che ha chiamato la famiglia insieme al sottosegretario all’istruzione Davide Faraone.

“Ieri – ha scritto il Premier sui social network – ho letto sui quotidiani la storia di Samuele, 19 anni, di Gela. Con mille sforzi, Samuele si è diplomato e fin qui tutto normale. Ma la cosa speciale è che Samuele è un ragazzo autistico. Lui, la sua splendida famiglia, i suoi prof hanno dovuto fare più fatica degli altri. Ma ce l’hanno fatta, hanno vinto ed è giusto che oggi festeggino. Insieme a Davide Faraone sottosegretario all’Istruzione, che ben conosce le dinamiche dell’autismo, questa mattina ho telefonato a Samuele e ai suoi genitori. Ci hanno raccontato una storia di difficoltà e di orgoglio, di sofferenza e di gioia profonda. Abbiamo ascoltato le loro esigenze, abbiamo raccontato che cosa cambierà con le leggi approvate sull’autismo, sul terzo settore, sul dopo di noi. Sui diritti, insomma. Abbiamo detto per telefono bravo a Samuele. E gli ho detto grazie a nome di tutti voi. Perché la fatica e la vittoria di Samuele valgono doppio non solo per la sua famiglia – ha poi concluso Renzi – valgono doppio anche per tutti gli italiani che credono nei sentimenti più profondi della nostra comunità nazionale”.

A Samuele gli auguri di tutta la redazione, con l’auspicio che la sua storia possa servire da esempio e da coraggio ad altri ragazzi speciali e alle loro famiglie.

Articoli correlati