La storia/ Samuele Mammano, la musica e i sogni che si possono realizzare. Esce “Euphoria”,il primo Cd

I sogni si possono realizzare. Quello che abbiamo sempre desiderato un giorno si può avverare. Non è un film o una favola. E’ la storia di Samuele Mammano che provo a raccontarvi. Gelese purosangue ma ma modenese di adozione. Per capire chi e cosa ha fatto basta ricordare che si è aggiudicato il prestigioso contest americano “So you think you can jam” del “Dave Koz and Friends at Sea”. Una vittoria prestigiosa che lo porterà a far conoscere la sua musica in tutto il mondo, dagli States al Giappone. Il 27 maggio esco il suo primo album”Euphoria”, i cui testi dei brani sono stati scritti in collaborazione con il musicista Giuseppe Santangelo e il progetto grafico realizzato da Rocco Cuvato. Il tutto impreziosito dai dipinti messi a disposizione dal pittore,  Giovanni Iudice, esposti di recente nella mostra, curata da Vittorio Sgarbi, “Artisti di Sicilia. Da Pirandello a Iudice”, che ripercorre la produzione artistica, fotografica e documentaristica dell’isola dagli anni ’30 ad oggi, inseriti nella grafica del disco. 

Samuele Mammano presenterà il 27 maggio prossimo il cd a Modena quanto il frontman si esibirà dal vivo, accompagnando i suoi brani con tromba e flicorno, insieme a Rocco Mammano,pianoforte- e arrangiamenti, Salvatore “Massi” Mammano chitarra Jazz, Emanuele Primavera, Batteria, Alberto Fidone, Contrabbasso ed un ospite d’eccezione che ha fatto la storia del jazz italiano.

Samuele Mammano  sintetizza così il suo percorso e la sua musica  :”  Il mio percorso è un pò strano nel senso che sono nato in una famiglia di musicisti, quindi la musica è sempre stata parte integrante della mia vita. Ricordo ancora una foto quando avevo 4 anni dove ero al pianoforte   a casa di mio Nonno (Totò Mammano) con gli spartiti davanti e io che suonavo o meglio rompevo i timpani a tutti credo ahahah …. quindi parallelamente agli studi che ognuno di noi compie, ho studiato clarinetto con il  M° Tignino e Sgroi e successivamente Tromba con mio Nonno e nello stesso tempo suonando  in pubblico con vari gruppi dall’età di 14 anni. Ho cantanto nei Musical con il gruppo Cesma capitanato da padre Angelo Strazzanti a cui devo molto della mia formazione spirituale che “vocale”. Mi sono laureato in ingegneria Informatica, ho contemporaneamente frequentato seminari jazz e suonato in varie parti del mondo. Oggi sto finendo un master al Conservatorio “O.Vecchi ” di Modena ed insegno nelle scuole del comprensorio come “operatore musicale” .      

Il primo album per un musicista è un grande traguardo, ecco cosa si aspetta dal pubblico:Sinceramente parlando non mi sarei mai immaginato di pubblicare un Album perchè non era nei miei piani ecco mettiamola cosi, oggi dovrei essere seduto davanti  un Pc e fare il programmatore o occuparmi di action Plan, marketing cose di questo tipo. Oggi mi ritrovo a fare il mestiere più bello del mondo a mio avviso, cioè insegno musica o meglio propongo esperienze musicali e nello stesso tempo “i play trumpet” gioco con la tromba e con la voce nei miei spettacoli. Spero che la gente possa semplicemente ascoltare i brani tra un bicchiere di vino o leggendo un libro o magari mentre affronta un lungo viaggio e ricordare quanto sia bella la vita nonostante le difficoltà, e di come un siciliano anche in un’altra parte del mondo amerà la propria terra per sempre”.   

Samuele adesso in tanti lo aspettano in Sicilia nella sua Gela:”Al momento non c’è una data precisa per la presentazione nella mia città, spero che questo nodo possa essere sciolto al più presto possibile perchè amo Gela amo la Sicilia ed il fatto che abbia voluto fortemente  inserire all’interno del disco immagini della nostra terra, del Museo Archeologico Regionale di Gela  (per gentile concessione dell’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana) vuole confermare ancora una volta il mio piccolo impegno per la mià città per mostrare un’altra faccia che è  ben diversa da come viene raccontata dai media tramite gli spiacevoli fatti di cronaca che non devono essere nascosti, ma che non possono avere un risalto maggiore rispetto alle tante belle iniziative che anche altri miei colleghi e non solamente nella musica, svolgono quotidianamente per rendere Gela un posto migliore. Dppo la “prima” a Modena in Luglio avrò delle date siciliane per poi ad Agosto partire per NY per la promozione neglli States. Ottobre o Novembre tornerò  a Tokyo”.

Articoli correlati