Plesso Fermi: incontro sulla “tutela dei minori stranieri” con la dott.ssa Tomai

La dott.ssa Gabriella Tomai, consigliere della Corte di Appello di Caltanissetta, ha incontrato gli alunni delle terze, quarte e quinte classi del Plesso Fermi dell’istituto Majorana di Gela.

“La tutela dei diritti diritti dei deboli: immigrazione e protezione” , è stato il titolo dell’evento che ha messo in evidenza come ci ritroviamo ad essere protagonisti di un momento storico in cui il fenomeno migratorio comporta un cambiamento radicale della cultura del territorio oggetto del fenomeno stesso.

La dott.ssa Tomai, ha incontrato gli studenti presso l’aula magna dell’Istituto retto dalla dott.ssa Linda Bentivegna, e ha parlato della sua esperienza presso il tribunale dei Minori di Caltanissetta.

Il relatore ha sottolineato come i minori non accompagnati non erano protetti nel passato da una legge specifica, ma da una stessa norma che regolava i casi di minori abbandonati, con il risultato che le autorità soffrivano di una mancanza di strumenti legali e amministrativi, per la tutela di quella che era la categoria di migranti in assoluto più vulnerabili. Spesso infatti dei minori stranieri se ne perdeva traccia.

Con il tempo è stata applicata una serie di leggi, tra cui il ddl Zampa del 2017, di protezione e inclusione, che rafforza gli strumenti di tutela garantiti dall’ordinamento in favore dei minori stranieri.

Il consigliere ha sottolineato come vi sia un impoverimento della formazione culturale in Italia. Fondamentale diventa la conoscenza dei Paesi dove siamo stati colonizzatori e da cui scappano molti rifugiati politici per cercare protezione qui da noi.

Il giudice ha messo in evidenza come diventi importante per gli studenti lo studio al fine di capire, conoscere e soprattutto scegliere per realizzare i diritti propri e altrui.

Alla dott.ssa Tomai è stato consegnato un premio realizzato dagli studenti dell’Artistico.

La tematica dell’immigrazione e dell’Intercultura è stata sempre attiva presso l’istituto Majorana di Gela. Diversi i progetti e gli incontri a cui hanno partecipato gli alunni e i docenti. Tra questi “L’Europa inizia a Lampedusa”, un seminario che si è tenuto nell’isola sede di sbarchi.