L’AISM in piazza con “Benvenuta Gardensia!”, un fiore per sostenere la ricerca

In occasione dei suoi cinquant’anni di attività, l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) presenta “Benvenuta Gardensia!”, la campagna dedicata alle donne con sclerosi multipla.

Il 3, il 4 e l’8 marzo, per la Festa della Donna, in cinquemila piazze italiane diecimila volontari vi inviteranno a scegliere, con un contributo minimo di 15 euro l’una, una pianta di gardenia o una di ortensia o entrambe, al fine di sostenere la ricerca e l’assistenza.

I due fiori sottolineano lo stretto legame tra le donne e la sclerosi multipla (SM), che colpisce la popolazione femminile in misura doppia rispetto agli uomini.

Ogni giorno, in Italia, cinque donne ricevono una diagnosi di sclerosi multipla, una malattia cronica, imprevedibile e spesso progressivamente invalidante, una delle più gravi del sistema nervoso centrale. Il 50% delle persone con sclerosi multipla è giovane: riceve la diagnosi quando ancora non ha compiuto i quarant’anni.

Nel nostro paese sono centoquattordicimila le persone colpite da sclerosi multipla. I sintomi associati alla sclerosi multipla sono diversi, tra questi anche la difficoltà nel linguaggio, la riduzione di forza muscolare, di sensibilità, disturbi cognitivi e nell’85% delle persone prevale il sintomo più comune, definito anche il peggiore della malattia: la fatica.

La causa e la cura risolutiva non sono ancora state trovate e per questo è fondamentale sostenere la ricerca. A Gela i volontari saranno in piazza Umberto I, ai muretti di Macchitella, presso il supermercato Paghi poco di via Mozart e Crai di via Palazzi.