Largo Cristoforo Legname, Gela intitola una via al pittore

Un giorno di festa oggi per Gela, che ha intitolato l’ex Largo degli Artisti a Cristoforo Legname, artista poliedrico gelese, riconosciuto in più parti del mondo per il suo talento.

Un’occasione importante ed emozionante, proposta e voluta dal centro di cultura e spiritualità cristiana “Salvatore Zuppardo”, presieduto da Andrea Cassisi.

“Questo momento – ha affermato Cassisi – sarebbe dovuto arrivare mesi e mesi addietro, quando cioè giunse la conferma del cambio di denominazione da parte della Prefettura, ma le solite lungaggini burocratiche lo hanno impedito. Questa nuova intitolazione ci faccia riflettere sull’idea di rivedere il piano della toponomastica in città tante volte troppo generica, perché possa essere sostituita con nomi di personaggi che hanno fatto la storia di Gela facendola conoscere oltre lo Stretto”.

Alla cerimonia della targa hanno partecipato gli assessori Simone Siciliano, Valentino Granvillano e Gianni Mauro.

“L’intitolazione – hanno detto – è stato un atto doveroso nel ricordo di un grande artista che tutti hanno conosciuto per il suo estro e la sua bravura”. “Le sue opere – ha aggiunto Vincenzo Pinna – sono imitate e immesse nel circuito del mercato della contraffazione”.

“Cristoforo – ha infine ricordato Emanuele Zuppardo – vive con la sua arte. È nelle nostre case, è nel ricordo dei gelesi che, ogni volta che noteranno il nome di questo Largo a lui dedicato, potranno rivivere la sua esperienza”.

Alla manifestazione erano presenti anche Vincenza Lembo, mamma di Cristoforo Legname, che a novantatré anni ha finalmente visto realizzare il sogno di vedere scritto il nome del figlio su quel largo tra via Butera e via Crispi, dove il pittore operò fino alla morte, nel 2000.