Le criticità dei Comuni del nisseno sul tavolo della Prefettura: “La responsabilità sarebbe della Regione”

Ritardi nei trasferimenti, tagli, rifiuti e bilanci sono state solo alcune delle questioni sollevate da ventidue sindaci del nisseno, che sono stati ricevuti questa mattina dal Prefetto di Caltanissetta Maria Teresa Cucinotta. Numerose criticità denunciate dipenderebbero dalla Regione siciliana, ferma ai trasferimenti del 2015 e con commissari inviati in tutti i Comuni per redigere il nuovo bilancio di previsione. Molti servizi sono a rischio, tra cui quelli volti a garantire l’ordine pubblico. Il Prefetto ha ascoltato le diverse istanze dei territori, riconoscendo a Gela un grosso carico di difficoltà. “Abbiamo denunciato la nostra solitudine di amministratori – ha commentato il sindaco Domenico Messinese – determinata da confusione politica e mancate scelte istituzionali accumulatesi negli anni”.

Una proroga a luglio per l’approvazione dei bilanci di previsione sarà chiesta al Governo Regionale. Prima di incontrare il Prefetto, i sindaci hanno condotto una marcia simbolica in fascia tricolore dal Palazzo del Carmine alla Prefettura.