Le dune gelesi: la foto dello studente Duilio Maria La Rocca la più votata. Ecco gli altri premi

 
È stato lo studente del Liceo Classico di Gela Duilio Maria La Rocca a classificarsi al 1° posto nel concorso fotografico “Le Dune gelesi”, organizzato  dal Soroptimist club di Gela, presieduto dalla prof.ssa Maria Grazia Falconeri. La premiazione è avvenuta giovedì 12 maggio alle 17:30 presso la scuola elementare Luigi Capuana, diretta dalla prof.ssa Mongelli.  dove erano esposti i 120 scatti fotografici, dei 44 partecipanti al concorso. 
“Molto ben equilibrata, tecnicamente corretta e ben esposta, la foto manifesta un armonioso raccordo tra l’elemento duna, la sua vegetazione e il contesto. L’autore ha saputo magistralmente cogliere un particolare momento del tramonto la cui luce conferisce all’immagine un suggestivo effetto cromatico, suscitando una varietà di piacevoli sensazioni.”.
Questa la motivazione che ha spinto i giurati a dare il 1° premio alla  foto del giovane  Duilio Maria La Rocca,  2°premio a Sefora Cassarino del  Liceo delle Scienze Umane, 3° premio  andato ad Aurora Tallarita dell’ IIS Luigi Sturzo.  Due le  menzioni d’onore:  Martina Garzia e Antonio Mondarini, Liceo Scientifico e Linguistico Elio Vittorini. I giurati hanno riconosciuto a tutti i partecipanti il merito di rappresentare  la lodevole e promettente espressione della cultura e del futuro  della città di Gela.
Nel corso dell’interessante e piacevole serata hanno relazionato, con  prestigiosi contributi sul tema della tutela e salvaguardia del patrimonio dunale dell’intera fascia costiera, la dott.ssa Laura Carullo dell’Università di Catania, l’assessore Francesco Salinitro, il direttore della riserva naturale del Biviere dott. Emilio Giudice e il presidente dell’associazione Leopoldia Francesco Vacirca .
     Tutti, all’unisono, hanno sottolineato l’ottimo livello sia della qualità fotografica, della pertinenza al soggetto, della estrema sensibilità verso un tema così attuale,  come quello della salvaguardia del patrimonio naturalistico dunale. Tutti i giovani partecipanti, con spiccato senso critico, hanno spinto i loro “obiettivi” oltre la semplice lettura del paesaggio, indagando gli aspetti più profondi e, spesso trasfigurati, di una realtà paesaggistica in assoluto degrado: desiderio di riscatto, di emozionare “raccontando storie”, ricerca del “bello” attraverso una visione nuova ed originale, capacità di immediatezza espressiva, hanno caratterizzato le opere esposte. 
     Un ringraziamento ai Dirigenti ed i docenti degli istituti di provenienza, Liceo Classico Eschilo, Liceo delle Scienze Umane, IIS Luigi Sturzo, Liceo Scientifico e Linguistico Elio Vittorini, Majorana, che hanno accompagnato e sostenuto i loro allievi, e l’appuntamento alla prossima “avventura fotografica” hanno concluso, tra gli applausi dei numerosi partecipanti, la cerimonia

Articoli correlati