Le gardenie dell’AISM in piazza per aiutare la ricerca

Tornano in piazza le gardenie dell’AISM, si rinnova la tradizionale manifestazione di solidarietà promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla. Più di diecimila i volontari che quest’anno si attiveranno in tutta Italia per promuovere la raccolta fondi e aiutare la ricerca scientifica nella lotta contro la sclerosi multipla, una malattia che colpisce il sistema nervoso centrale e che interessa quasi tre milioni di persone in tutto il mondo, di cui settantadue mila solo lungo lo stivale. Due giornate di raccolta in occasione della festa delle donne, una data voluta per sensibilizzare soprattutto il genere femminile, il più colpito dalla malattia rispetto a quello maschile. A Gela la stima numerica sui casi di sclerosi multipla è notevole. “Purtroppo non tutti riescono a uscire allo scoperto e a permettere a noi dell’associazione di aiutarli coi nostri progetti e le nostre iniziative – ha affermato Simona Tandurella, referente a Gela dell’AISM – alcuni provano quasi vergogna ad ammettere la malattia, ma non ce n’è assolutamente motivo, bisognerebbe vergognarsi di altro”. La raccolta continuerà oggi, sabato 7 e domani, domenica 8 marzo in diversi punti della città: in piazza Umberto I, all’ospedale, presso i supermercati di via La Paz, viale Cortemaggiore, via Palazzi e Settefarine e nelle chiese San Francesco, Sant’Antonio, San Giovanni Evangelista, Santa Lucia Salesiani e Regina Pacis. Basta un piccolo contributo per aiutare la ricerca.