Le mele dell’Aism a Gela, sabato e domenica. Sosteniamo la ricerca sulla sclerosi multipla

Per i giovani con sclerosi multipla e per sensibilizzare tutti a sostenere la ricerca scientifica, malattia che in Italia colpisce 75 mila persone e per la quale non esiste una cura risolutiva, ritorna a Gela  la Mela della Aism. La nostra città è una delle  4000 piazze italiane, in cui Sabato 10 e domenica 11 ottobre si terrà manifestazione organizzata dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e dalla sua Fondazione sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Lo scopo non è solo quello  di raccogliere fondi,  ma anche quello di informare, sensibilizzare, sostenere i servizi e la ricerca scientifica sulla sclerosi multipla.
La sclerosi multipla è una malattia cronica, imprevedibile e spesso invalidante. Una diagnosi ogni 4 ore. La malattia si manifesta per lo più con disturbi del movimento, della vista e dell’equilibrio, seguendo un decorso diverso da persona a persona. 
La “Mela di Aism“ non solo serve a garantire il sostegno alla ricerca sulla sclerosi multipla ma a far vivere tutti i progetti a supporto dei giovani con sclerosi multipla, come sportelli informativi e di orientamento, convegni sul territorio, prodotti editoriali pensati per rispondere a quesiti e problemi che si presentano nella loro vita quotidiana, sanitaria, sociale e lavorativa. Del resto la ricerca, così come dichiarato dal referente della provincia nissena Steven Spinelli, ha raggiunto molti progressi. Infatti esistono delle terapie in grado di rallentare la malattia e di migliorare la qualità di vita delle persone che ne sono colpite. Anche se non è stata ancora trovata la causa. “Per questo è fondamentale sostenere la ricerca scientifica”, ha detto il referente. Queste le postazioni a Gela: Piazza umberto I; chiesa San Giovanni, San Francesco, Sant’Antonio, Santa Lucia, Regina Pacis; supermercato Decò di via La Paz e Viale Cortemaggiore; Euromarket di via Palazzi.