Le sculture di sabbia di Vincenzo Scerra per riscoprire le meraviglie di Gela

Attraggono centinaia di turisti e non solo. Stiamo parlando delle sculture di sabbia realizzate da Vincenzo Scerra che rappresentano la maggiore attrattiva per chi in questo periodo affolla le spiagge gelesi.

Si tratta di sculture create semplicemente con acqua e sabbia raffiguranti i monumenti di Gela ed anche quelli d’oltre oceano, per celebrare e conoscere le bellezze che ci circondano.

Tra le tante troviamo: la Torre di Manfria, la Chiesa Madre, la colonna Ionica, la Nave greca appena ritrovata, il Colosseo, la Torre Eiffel e molto altro.

Una passione scoperta da circa tre anni quella di Vincenzo Scerra, attualmente responsabile di una società internazionale, che dedica il proprio tempo libero alla realizzazione di opere in segno di “amore” verso la propria città riuscendo ad incuriosire tutti quelli che gli stanno intorno.

Dietro le sue sculture si cela un messaggio importante: conoscere e valorizzare i reperti archeologici che la storia ci ha donato.