L’ex assessore Catania: messi da parte i miei interventi pianificati per rendere sicura la via Venezia

Bisognerebbe intervenire in via Venezia urgentemente, percorrere quella strada è affrontare una sfida come una roulette russa. A parlare è l’ex assessore alla Polizia Municipale Eugenio Catania. “Gli interventi sulla via Venezia erano tra le mie priorità, visto che come cittadino la la vivo tutti i giorni”.

L’ex assessore e attuale dirigente provinciale di Forza Italia   ha sottolineato come fossero già stati annunciati i progetti da realizzare per mettere in sicurezza la via Venezia, tra questi vi era quello di regolare l’accesso alla trafficata arteria, con l’utilizzo di sensi unici alternati nelle vie. Inoltre entro ottobre 2016 vi era in pianificazione la realizzazione di due rotonde, quella che immette in via Tevere e quella verso Settefarine, oltre ad uno spartitraffico per separare le due carreggiate nei punti di maggiore frequenza.

“Tutti progetti che avrebbero reso più sicura quella via, specie nella parte che conduce a Macchitella e in quella che porta in via Tevere. Invece si è preferito investire i fondi sulle due rotonde appena realizzate, quella che dal lungomare immette alla bretella Borsellino e quella che da via Recanati porta in via Tevere”. Ha detto Eugenio Catania che aggiunge come un altro problema che non si riesce a risolvere sia quello del modo errato di parcheggiare dei gelesi. “Quando ero assessore l’intromissione dello Street view aveva intimorito gli indisciplinati, che per paura delle multe cercavano di non parcheggiare più in doppia fila. Inoltre vi era una grande collaborazione con la Polizia Municipale con cui abbiamo avviato dei corsi propri sulla educazione stradale, non solo rivolti ai ragazzini con il motorino, ma proprio ai genitori che mostrano molta leggerezza nella guida “.

L’ex assessore rimarca l’importanza delle rotonde realizzate inizialmente con supporti mobili. “Per me rimane l’unico modo per testare se una rotonda si presta bene a smaltire il traffico, o meno, prima di passare a quella definitiva che sicuramente dal punto di vista estetico è più apprezzabile”. Ha detto Catania.

“Bisogna avere il coraggio di intervenire con più controlli e con modifiche strutturale, inoltre per me sono fondamentali anche i dissuasori fisici che impediscono di effettuare delle manovre che mettono a rischio la vita a chi tagli la strada”. L’ex assessore si mostra aperto a collaborazioni con l’attuale giunta. “Migliorare la viabilità della città è stata per me una priorità, e in parte posso dire di esserci riuscito”. Ha concluso Catania

Tagged with: