Liberi consorzi ad un passo dal traguardo: rispettare la volontà dei lettori

 
“Siamo ad un passo dal traguardo, se tutto va nel rispetto della democrazia e del buon senso, dopo due secoli, ci sarà per alcuni comuni, la revisione degli antiquati confini dell’ente intermedio siciliano”. Questo quanto comunicato dal Csag (comitato per lo sviluppo dell’area gelese), inerente il Ddl sui Liberi consorzi, che sarà discusso il 16 luglio prossimo e  dovrà essere licenziato prima dello scadere dei commissari delle ex province, ovvero il 31 luglio 2015. Il refendum confermativo del 13 luglio del 2014, aveva sancito la volontà dei lettori di Gela, Piazza Armerina e Niscemi di passaggio nel Libero Consorzio di Catania, ora solo Area metropolitana che per  “i nostri territori si traduce in una maggiore collaborazione con i comuni viciniori, una programmazione seria ed efficace, uno sviluppo armonico e duraturo”. Un nuovo futuro è a portata di mano. Un recente incontro si è tenuto  a Caltanissetta lunedì 29 giugno 2015, tra il Csag, il  Presidente della Regione Siciliana, e l’Assessore delle Autonomie Locali, Giovanni Pistorio.
Pistorio si è impegnato a verificare e consultare, affinché vengano rispettate le volontà di questi territori legittimamente espresse.
 

Articoli correlati