Licata, ai materassi si aggiunge il frigorifero. Storie di ordinaria inciviltà, ma nessuno li rimuove

Licata – E’ inutile qualunque sforzo per pensare a Licata come città turistica se la strada che conduce in una delle spiagge più belle e frequentate da turismi e bagnanti offre degli spettacoli indecenti. E’ vero che in questa estate caldissima l’immondizia per strada è ormai ovunque. E’ anche vero che i cittadini fanno di tutto per sporcare e dimostrare la loro inciviltà. Sulla strada per Montesole all’altezza del bivio per la Nicolizia da tre giorni una pila di materassi, messi uno sull’altro da chi li ha gettati per strada, fa bella vista. Oggi per completare l’opera d’arte si è aggiunto un frigorifero, sistemato accanto, quasi fosse un’opera d’arte. Davvero vergognoso quanto accade. Così come il fatto che soprattutto nelle zone di mare buona parte delle persone gettano l’immondizia a qualunque ora in barba alle disposizione che prevedono il conferimento soltanto nelle ore serali. Ma se è vero che l’inciviltà, la maleducazione e la mancanza del rispetto per l’ambiente è tanta è anche vero che nessuno provvede a togliere quando viene depositato e che nessun controllo sul territorio viene fatto. Niente telecamere per beccare gli incivili, né pattuglie dei Vigili Urbani per multare queste persone che meriterebbero una solenne punizione. E’ vero che la nuova amministrazione si è insediata da poco, così come il nuovo Comandante dei Vigili, l’architetto Giuseppe Ferraro. E’ vero che si parla di scissione del contratto con la Dedalo Ambiente, ma piccoli e importanti segnali di repressione andrebbero dati subito per evitare il ripetersi di episodi che squalificano anche le persone educate che vivono nel territorio.