Licata: c’era vita sull’isola di San Nicola. Trovati resti di una Chiesa

C’era proprio vita  sull’isola di San Nicola. Le ricerche archeologiche, hanno trasformato le ipotesi in una vera e propria certezza.

La Rocca di Licata, luogo protagonista di tanti scatti fotografici data la sua bellezza e il suo immenso fascino, era abitata e sulla sua superficie sono stati scoperti i resti di una chiesa chiamata «Ecclesia Sanctis Insulate».

 Dedicata al Santo protettore dei marinai naviganti e ancore, la chiesa va a dare il nome alla Rocca di San Nicola. In quest’area le ricerche sono state effettuate su iniziativa del gruppo archeologico «Finziade» di Licata con la direzione scientifica della Soprintendenza del mare.

“Si tratta di una  struttura – ha affermato il responsabile Fabio Amato – che è stata individuata già dal 2014.  Sull’isolotto di San Nicola ci sono delle mura legati con Malta che erano note da diverso tempo,  e noi come gruppo «Finziade» siamo stati sempre interessati ad esse. Abbiamo cercato appassionatamente e abbiamo scoperto e rilevato un gioiellino davvero importante per la cultura e storia della nostra collettività”.