Licata, nuova impresa del nuotatore Bruno Ballacchino: 6 km in 1 ora e 45 minuti. Successo della traversata per l’ambiente

Licata – Un’ora e quarantacinque minuti a nuoto dalla spiaggia del Pisciotto a Mollarella, 68 bracciate al minuto, oltre 6 e non più 5 i km effettuati a nuoto a causa delle pessime condizioni marittime che hanno spinto ulteriormente al largo il nuotatore, 4 le barche d’appoggio di cui anche lo scafo CP della Capitaneria di Porto, nonché le imbarcazioni della Lega Navale e della Guardia Costiera ausiliaria, sono questi i numeri della traversata del nuotatore di fondo licatese Bruno Ballacchino, già noto nel panorama nazionale per la Capri-Napoli o l’impresa nello Stretto di Messina. Portata a termine con successo, nonostante le forti correnti del mare e le alte onde nella giornata uggiosa, nell’ambito della manifestazione “SportivAmbiente”, organizzata dai componenti dell’Aics di Agrigento, Giuseppe Petix, Gloria Incorvaia e Ilario Scali, rispettivamente Presidente, Responsabile per l’Informazione e delegato zonale. L’evento ha inteso sensibilizzare sul delicato tema del rispetto dell’ambiente, delle coste e della sua fauna grazie anche alla presenza del WWF licatese del Presidente Galia. Presente all’evento, sia per la partenza della traversata presso lo stabilimento balneare della spiaggia Pisciotto, che all’arrivo al Mandy di Mollarella, l’assessore allo sport, turismo e spettacolo Massimo Licata D’Andrea, il quale si è complimentato con l’applaudito Ballacchino e gli organizzatori anche a nome dell’amministrazione comunale per la tenacia e la validità dell’ardua impresa.

Articoli correlati