Licata, per la prima volta niente tende sulle spiagge a Ferragosto. Al via il piano di sicurezza

Licata – Dopo il vertice tenutosi ieri su iniziativa del Sindaco Angelo Cambiano con i rappresentanti di tutte le Forze dell’Ordine presenti in città, per organizzare il piano di intervento coordinato mirante a prevenire il fenomeno del campeggio abusivo in spiaggia in occasione delle festività di Ferragosto, già da ieri i Vigili Urbani hanno avviato il di vigilanza servizio lungo tutte le spiagge ricadenti negli oltre 20 chilometri di costa del territorio comunale.

 Alla riunione ha preso parte anche l’assessore alla protezione civile, Stefania Xerra che, nella stessa giornata di ieri, sempre assieme al Sindaco, ha incontrato anche i rappresentanti delle associazioni di volontariato che hanno dato la loro disponibilità a collaborare con il Comune e con le Forze dell’ordine, per la riuscita dell’iniziativa, fortemente voluta e caldeggiata dal Prefetto di Agrigento, Nicola Diomede che sull’argomento ha già riunito i sindaci rivieraschi della provincia e i vertici provinciali delle Forze dell’Ordine. L’obiettivo è quello di garantire a tutti i bagnanti un Ferragosto ordinato, all’insegna della sicurezza, del divertimento, e nel pieno rispetto della natura.  

<<Desidero ringraziare i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, delle associazioni di volontariato, per la disponibilità già assicurata per il servizio di vigilanza concordato – sono le parole del Sindaco, Angelo Cambiano – Sono sicuro che questo primo passaggio costituirà un segno di cambiamento delle abitudini di coloro che, nel tempo, col loro agire, spesso hanno fatto si che il modo di fare degenerasse in tutt’altro che divertimento. Per cui, in modo particolare, desidero anticipatamente ringraziare e confidare nel buon senso di tutti coloro che, al di là delle ordinanze, dei divieti di legge e dei servizi di prevenzione, si atterranno ad un comportamento di fattiva collaborazione e grande senso civico, affinchè tutti possano divertirsi in modo sano e sicuro sotto ogni punto di vista. Colgo, inoltre, l’occasione, per invitare gli automobilisti a rispettare appieno il codice stradale ed i relativi segnali, evitando di lasciare le autovetture in zone di divieto di sosta, perché a volte, bastano pochi centimetri per bloccare un mezzo di soccorso in caso di necessità, con tutte le conseguenze che ne possono derivare per la sicurezza delle persone>>.

Articoli correlati