Licata, satira sul sindaco Cambiano su Facebook dopo l’errore sulla riduzione della Tari

Licata- L’errore clamoroso sul calcolo della presunta riduzione della Tari commesso dall’assessore al bilancio, Carmelo Sambito, e duramente contestato dall’opposizione che prima con una conferenza stampa e poi con un manifesto ha chiesto le dimissioni, è al centro di una simpatica satira politica sul gruppo Facebook di Meme Licata https://www.facebook.com/memelicata/info?tab=page_info

Il gruppo, composto da giovani, che fanno una satira intelligente, mai offensiva, ma molto incisiva da quando il sindaco Angelo Cambiano è stato eletto lo pizzica con battute molto divertenti che sottolineano alcune azioni politiche.

“Dopo la Tari sbaglieremo anche la tabellina dell’otto e del nove” è questa la dicitura posta sull’immagine sorridente del giovane sindaco Cambiano. In pochissime ore il post su Facebook è stato linkato moltissime volte e l’immagine fatta girare in maniera virale anche attraverso whatsapp. Non sappiamo se il sindaco ha preso bene la satira di Meme ma siamo certi che i licatesi non hanno preso bene la beffa della Tari che sarebbe stata ridotta e che poi invece secondo i conti fatti dall’opposizione aumenterà.

Quindi alle risate per la satira intelligente di Meme seguirà l’indignazione dei cittadini per le tasse molto salate. Ma il sindaco Cambiano, nonostante la richiesta dell’opposizione di dimissioni di Sambito, non pare sostituirà l’assessore reo dell’errore. Anzi sembra che lo stesso Sambito sia il più stretto collaboratore di Cambiano e quindi destinato ad avere in giunta molto più spazio anche del vice sindaco Giuseppe Montana.