Lista quasi completa per M5S. L’ambiente punto di forza del programma

Mentre oggi dovrebbe essere il giorno decisivo per la scelta del candidato del centro destra, e ancora si aspetta la decisione di Pino Federico, il Movimento Cinque Stella corre dritto per la sua strada. Un’unica lista quella presentata dal movimento penta stellato, che già comincia a riempirsi, e a giorni verranno definite anche le regole per la scelta degli assessori che dovranno  affiancare Domenico Messinese, se questo verrà eletto sindaco di Gela. Intanto sono  pronti alcuni dei nomi che faranno parte dei trenta della lista per consiglieri comunali. Si tratta, oltre che del candidato a sindaco Messinese, di Alessandro Agati, Angelo Amato, Emanuele Gaspare Bonaventura, Giuseppina Callea, Marzia Cammarata, Diego Cani (detto Dino), Sara Cavallo, Daniela Cremone, Simona Culora, Ketty Damante, Flavio Di Francesco, Stefano Di Miceli, Fortunato Giannone, Vincenzo Giudice, Pietro Lorefice, Simone Morgana, Grazia Pizzardi, Pietro Saccuta, Laura Scollo, Nunziata Scicolone, Mirko Scuderi, Aurora Sciandra, Virginia Farruggia. Questi in nomi dei candidati che correranno insieme al sindaco. Ma ci sono altre personalità che pur non candidandosi stanno sostenendo Messinese, come il notaio noto per la creazione del progetto Farm Cultural Park Andrea Bartoli, del docente universitario Aldo Scibona, dello scrittore Francesco Salinitro, dell’artista Giovanni Iudice, e Luigi Cafà . Tutti intellettuali che sostengono il movimento, che si pone in netto antitesi con l’amministrazione che Gela ha avuto fino in questo momento. Sarebbe già un bel traguardo per Messinese arrivare al ballottaggio, da lì si aprirebbero molte speranze per la vittoria, questo dicono i sostenitori del sindaco penta stellato. Intanto il programma viene definito in itinere con gli incontri che il movimento di Gela stabilisce con i cittadini. Creato di recente un Info Point, che stabilisce una collaborazione attiva dei cittadini. Alcuni aspetti del programma sono stati definiti, spesso prevedono l applicazione delle nuove tecnologie per un monitoraggio dell’attività della nuova amministrazione. Sedute col consiglio comunale in diretta streaming, con accesso on line agli atti di giunta e CC. Inoltre prevista un’ampia partecipazione da parte di tutti i cittadini, per quanto riguarda la redazione del bilancio che punterà sull’ottimizzazione delle risorse e ad una approvazione in tempi rapidi. Per quanto riguarda il caso Gettonopoli, sollevato dal movimento gelese, il gettone di presenza sarà dato al consigliere che si segue almeno il 70% della seduta. Inoltre sarà introdotto il divieto di cumulo delle cariche pubbliche e i Revisori dei conti saranno scelti con regolare bando pubblico o sorteggio. Inoltre un elenco con tutti i fornitori e relativi contratti sarà pubblicato sul sito del comune. L’ambiente sarà uno dei punti di forza del programma, con progetti di bonifica, amianto zero, e rimodulazione del sistema di raccolta rifiuti, oltre a un miglioramento del servizio idrico della città. Un app denominato Decoro urbano, tramite un wifi gratuito pubblico, permetterà ai cittadini di segnalare problemi della città, direttamente al comune. Il Lavoro? Domenico Messinese, lo ha ribadito più volte senza di esso non vi può essere sviluppo della città e i Cinquestelle punteranno sulla innovazione e riconversione per creare posti di lavoro. Dalla bonifica del territorio, discenderanno benefici occupazionali e a breve e lungo termine. Inoltre saranno incentivati i progetti di alternanza scuola-lavoro. Inoltre un altro punto cruciale della città è stato il Prg, che secondo il movimento necessita di rielaborazione, sempre rispettando il punto di osservazione dei cittadini e delle associazioni. Si punterà molto sugli interventi di mobilità urbana.