Lo stadio Presti interdetto alla partita Gela-Sancaltadese. Si giocherà a Licata

Si terrà nello stadio Dino Liotta di Licata la partira Gela-SanCataldese che sarebbe dovute essere disputata nella Stadio Vincenzo Presti di Gela.

Il comando dei vigili del fuoco di Caltanissetta non ha dato l’autorizzazione alla partita per domenica prossima. Intanto i lavori per rendere sicura l’area sono quasi a conclusione, rimossa la tettoria in legno in entrambi i lati dello stadio. È stato un corsa contro il tempo per rendere fruibile lo stadio Vincenzo Presti da parte dall’assessore ai Lavori pubblici Maurizio Melfa, che ha coinvolto funzionari, impresa e  commissione vigilanza.

Si è deciso di fretta di isolare il tratto di tribuna che poteva costituire un pericolo in quanto   le campate usurate e smantellata la gradinata per ridurla ad un centinaio di posti,  con gradini in acciaio prefabbricati, lasciando invece intatta la curva Boscaglia.

La chiusura momentanea dello stadio Vincenzo Presti si aggiunge a quella del Palacossiga di cui ieri è stato annunciato manchi il certificato antincendio, nonostante esista un certificato di collaudo.

La notizia  è arrivata a quattro anni dall’inaugurazione, avvenuta il  18 ottobre del 2009 . Ieri a spiegare la questione alla città sono stati il sindaco Domenico Messinese e gli assessori Valentino Granvillano e Giovambattista Mauro.