L’ombra della verità di Eliana Vivirito all’Eschilo Lab di Gela

Nel “Dialogo della natura e un islandese” di Giacomo Leopardi, la Natura dice:

Tu mostri non aver posto mente che la vita di quest’universo è un perpetuo circuito di produzione e distruzione, cioè del Bene e del Male collegati ambedue in maniera che ciascuno serva all’altro in modo continuo alla conservazione del mondo il quale mancasse solo uno di questi elementi verrebbe parimenti in dissoluzione”.

Probabilmente vi starete chiedendo per quale ragione citi Leopardi per parlare del libro di Eliana Vivirito, “L’ombra della Verità”.

Bene, nel Dialogo della natura e un islandese, Leopardi passa da una concezione positiva e benefica della natura ad una concezione contraria di natura matrigna, crudele e indifferente e compie una riflessione parecchio articolata che lo porta a comprendere, volente o nolente, l’ineliminabile infelicità dell’esistenza e sulla lotta tra Bene e Male ci dice del loro collegamento e dell’impossibilità di vederli contrapposto.

“L’ombra della verità” di Eliana Vivirito fa esattamente lo stesso. È un thriller, ne possiede ritmo e tensione, al centro della vicenda c’è l’omicidio di uno stimato professore universitario, omicidio che dapprima verrà bollato come morte naturale viste le precarie condizioni di salute in cui versa  il professore ma grazie all’ostinazione della nipote e al coinvolgimento di un investigatore privato  il caso verrà riaperto e l’indagine portata a compimento.

Non è solo strettamente un giallo con l’assassinio da scoprire, leggendo questo libro si ha la sensazione di ritrovarsi all’interno di un percorso di conoscenza tra i protagonisti di questa vicenda e c’è in questo percorso ricerca del concetto di yin e yang (bianco e nero), bene e male, è incontro-scontro che però diviene armonia di opposti.

Nel percorso di conoscenza di una realtà, quella massonica, lontana da noi ma di cui spesso si sente parlare in modo sinistro.

È un libro che contiene arte, storia, codici e simboli mescolati insieme dalla sapiente penna di Eliana Vivirito al suo esordio.

L’Ombra della Verità è stato presentato ieri sera all’Eschilo lab di Gela, ultimo degli incontri con il giallo e il noir organizzati dalla Libreria Mondadori Gela.

 

Articoli correlati