L’opera simbolo del Trofeo del Mare 2017 è a firma di Giovanni Iudice

Sabato 29 luglio, in occasione della diciassettesima edizione del Trofeo del Mare Premio Uomini e Storie, verrà consegnata agli otto premiati la grafica dell’opera “Bagnanti” dell’artista Giovanni Iudice, opera simbolo  di riconoscimento per il loro impegno culturale, scientifico e sociale a favore del Mare.
Com’è consuetudine, il premio conferito dalla giuria consiste in un’opera grafica realizzata esclusivamente per la manifestazione, in tiratura limitata e impreziosita da ritocchi a mano, ispirata al Mare e affidata di anno in anno a un artista siciliano attivo sulla scena nazionale o internazionale.

L’iniziativa nasce con l’intento di accostare la passione e l’impegno di personalità che si sono distinte a vario titolo per le loro attività legate al mare con l’opera d’arte di alcuni maestri del colore che lo hanno raffigurato nelle loro tele.

Per l’edizione di quest’anno è stato scelto Giovanni Iudice e la sua opera. Il pittore, per chi non lo conoscesse, è originario di Gela. Ha partecipato ad importanti esposizioni  tra cui la Biennale di Venezia del 2011 (Padiglione Italia) e la collettiva “Artisti di Sicilia. Da Pirandello a Iudice” a cura di Vittorio Sgarbi, che tra il 2014 e il 2015 ha fatto tappa in diverse location siciliane.

Di recente le sue opere sono state esposte a Palazzo Medici Riccardi a Firenze, nell’ambito di una personale dal titolo “Il rumore del mare”curata da Giuseppe Iannaccone e dedicata ai migranti sbarcati sulle coste della Sicilia. La sua ricerca artistica più recente verte su tre soggetti: i bagnanti, i nudi, i migranti.

L’opera, simbolo del Trofeo del Mare 2017, si ispira a questi temi tanto cari alla pittura di Iudice. Le Bagnanti  verrà consegnata ai premiati  in una grafica delle dimensioni di 41 x 51 cm, stampata in dieci esemplari numerati più due prove d’autore, realizzata in collaborazione con la galleria Lo Magno Arte Contemporanea di Modica.