Loris: Davide incontra Veronica in carcere. “Scosso dal colloquio”

Davide Stival è andato a trovare nel carcere di Agrigento la moglie Veronica Panarello, accusata di avere ucciso il loro figlio Loris, di 8 anni, lo scorso 29 novembre a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa. E’ la prima volta che la coppia si incontra, da quando la donna è stata rinchiusa in carcere perchè indagata per omicidio e occultamento di cadavere. La moglie lo aveva più volte invitato ad andarla a trovare, ribadendo di essere innocente. Veronica “dice di essere innocente, ma le immagini delle telecamere dicono un’altra cosa…”. Sarebbe questo ciò che Davide Stival ha ribadito alla moglie durante il colloquio nel carcere di Agrigento. L’incontro era stato organizzato da tempo in un giorno festivo per rimanere riservato. L’uomo si è detto “scosso dal colloquio” che, al momento, “non è previsto avrà un seguito”. L’incontro si è concluso poco prima della 14. Con Davide Stival c’era suo padre, Andrea, nonno di Loris. Anche lui ha presenziato al colloquio con Veronica Panarello. La donna continua a dichiararsi innocente, ma l’impianto probatorio nei suoi confronti, che ha portato all”ordine di custodia cautelare in carcere per omicidio aggravato e occultamento di cadavere, ha retto al vaglio del Tribunale del riesame di Catania. Il difensore di Veronica Panarello, avvocato Francesco Villardita, sta valutando se presentare ricorso in Cassazione.