Lotteremo per il completamento della Gela-Siracusa. Intervengono i sindacati nisseni del settore

L’autostrada Gela-Siracusa, progetta circa 50 anni fa, è stato per tanto tempo una infrastruttura dimenticata e abbandonata al suo inesorabile destino, solo di recente è stata rievocata grazie a noi. A sottolineare ciò sono i segretari delle associazioni sindacali nissene Feneal Uil, Filca Cisl,  Fillea Cgil, rispettivamente Dathan Di Dio, Francesco Iudici e Francesco Cosca.
 
 I tre segretari soddisfatti per il recente incontro che si è tenuto  tra il presidente del Cas, Rosario Faraci e i sindaci di Ragusa, Santa Croce Camerina, Comiso, Acate, Vittoria, Rosolini e Gela per fare il punto sul completamento dell’autostrada.
I sindacalisti chiedono di essere coinvolti nelle prossime iniziative, di essere convocati e partecipare ai tavoli negoziali. Insomma chiedono di essere parte attiva per il progetto di completamento. 
I sindacalisti ricordano la  la manifestazione ri-colleghiamoci del 2014 che ha seguito  un primo incontro al Comune di Gela, e ha visto la partecipazione del presidente del Consorzio Autostrade Siciliane.  A novembre 2014, vi è stata una seconda riunione in Comune, seguita dalla manifestazione “Evitiamo la desertificazione” dell’aprile 2015” che ha fatto tappa presso lo svincolo dell’autostrada Gela-Siracusa, una delle incompiute più vergognose della nazione. 
“Qualche settimana fa – hanno detto i tre segretari – è stato richiesto un incontro al sindaco del Comune di Gela, Domenico Messinese che,  probabilmente, afflitto da mille altri problemi non ha convocato il sindacato proprio sul tema della Gela-Siracusa”. 
Le Federazioni Sindacali del settore delle costruzioni della provincia di Caltanissetta intendono lasciare il loro marchio di fabbrica al territorio con la realizzazione di un’opera strategica sotto l’aspetto dello sviluppo economico (industria, agricoltura, turismo)  e della viabilità giacché è fatiscente l’asse viario che circonda la città del Golfo. Per non parlare della ricaduta occupazionale che interesserà le comunità del comprensorio: dai lavoratori edili a tutto l’indotto che solitamente circonda la realizzazione di un’infrastruttura (la cosiddetta funzione anticiclica del settore delle costruzioni).
” Siamo il territorio delle occasioni perdute. Siamo pronti ad attivare tutte le iniziative di lotta necessarie per il completamento dell’autostrada Gela-Siracusa.”