Lucio Greco: rivalutare l’agricoltura per contrastare la disoccupazione

Un giusta politica agricola per contrastare il fenomeno della disoccupazione proveniente dalla fase critica che attraversa l’indotto industriale. Questo è quanto comunica il candidato a sindaco avv. Lucio Greco che ha incontrato una folta delegazione dei produttori agricoli gelesi, con cui ha messo in luce le criticità dell’agricoltura che merita una rivalutazione. Dall’incontro sono emerse una serie di proposte che verranno valutate  dall’avv. Greco ed, eventualmente, inserite nella bozza di programma specifica per il settore agricolo. Tra questi vi sono gli interventi per la viabilità rurale; i servizi di al credito agrario agevolato al sostegno delle piccole e medie imprese agricole. E ancora la nomina  di una consulta con la partecipazione diretta di una rappresentanza di produttori agricoli ed esperti in materia agraria per vigilanza per le ore notturne per il territorio extra-urbano al fine di evitare i furti di rame che stanno falcidiando, di recente, nelle case rurali l’area di Gela; le iniziative atte a scongiurare i tempi lunghi per il ripristino dei servizi legati ai furti; la  realizzazione di un consorzio della piana di Gela con i comuni viciniori  per la tutela delle produzioni locali; la creazione di un Comitato del Golfo in grado di favorire la riconoscibilità dei prodotti agricoli e delle coltivazioni locali; la riconoscibilità della qualità dei prodotti locali, delle coltivazioni agricole   ed ortofrutticole e per una migliore competitività e  penetrazione dei mercati. Ma anche l’eliminazione dell’Imu sui terreni agricoli coltivati e recupero di terreni incolti ed abbandonati; la  stima,  attraverso una idonea politica fiscale, di  una nuova imprenditoria indirizzata all’agricoltura; la Pianificazione energetica per un  risparmio dei produttori sui costi di produzione ( metano energia elettrica, risorse idriche) le Misure e provvidenze di legge per accedere con maggiore facilità indirizzare le politiche in materia di agricoltura; la richiesta di interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria per una giusta fruizione degli invasi Cimia, Disueri e  Comunelli; il miglioramento della viabilità verso porti ed aeroporti per favorire la commercializzazione dei prodotti, nei mercati italiani ed esteri. 

Articoli correlati

Lucio Greco: rivalutare l’agricoltura per contrastare la disoccupazine

Un giusta politica agricola per contrastare il fenomeno della disoccupazione proveniente dalla fase critica che attraversa l’indotto industriale. Questo è quanto comunica il candidato a sindaco avv. Lucio Greco che ha incontrato una folta delegazione dei produttori agricoli gelesi, con cui ha messo in luce le criticità dell’agricoltura che merita una rivalutazione. Dall’incontro sono emerse una serie di proposte che verranno valutate  dall’avv. Greco ed, eventualmente, inserite nella bozza di programma specifica per il settore agricolo. Tra questi vi sono gli interventi per la viabilità rurale; i servizi di al credito agrario agevolato al sostegno delle piccole e medie imprese agricole. E ancora la nomina  di una consulta con la partecipazione diretta di una rappresentanza di produttori agricoli ed esperti in materia agraria per vigilanza per le ore notturne per il territorio extra-urbano al fine di evitare i furti di rame che stanno falcidiando, di recente, nelle case rurali l’area di Gela; le iniziative atte a scongiurare i tempi lunghi per il ripristino dei servizi legati ai furti; la  realizzazione di un consorzio della piana di Gela con i comuni viciniori  per la tutela delle produzioni locali; la creazione di un Comitato del Golfo in grado di favorire la riconoscibilità dei prodotti agricoli e delle coltivazioni locali; la riconoscibilità della qualità dei prodotti locali, delle coltivazioni agricole   ed ortofrutticole e per una migliore competitività e  penetrazione dei mercati. Ma anche l’eliminazione dell’Imu sui terreni agricoli coltivati e recupero di terreni incolti ed abbandonati; la  stima,  attraverso una idonea politica fiscale, di  una nuova imprenditoria indirizzata all’agricoltura; la Pianificazione energetica per un  risparmio dei produttori sui costi di produzione ( metano energia elettrica, risorse idriche) le Misure e provvidenze di legge per accedere con maggiore facilità indirizzare le politiche in materia di agricoltura; la richiesta di interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria per una giusta fruizione degli invasi Cimia, Disueri e  Comunelli; il miglioramento della viabilità verso porti ed aeroporti per favorire la commercializzazione dei prodotti, nei mercati italiani ed esteri. 

Articoli correlati