M5S: la depurazione impianti idrici non va pagata se non funzionano

La depurazione degli impianti idrici non va pagata se non funzionano. Questo quanto dichiarato dai due deputati grillini, il gelese Nuccio Di Paola e il nisseno Giancarlo Canelleri, che sono intervenuti oggi durante l’audizione avvenuta oggi in commissione Ambiente all’Ars e avente come tema gli impianti di depurazione. Presenti tra gli altri l’assessore comunale di Caltanissetta Maria Grazia Riggi, i rappresentanti del gruppo del Movimento 5 Stelle cittadino, del quartiere Santa Croce e i rappresentanti dell’associazione Viviamo Manfria di Gela

“Una vittoria che può e deve essere estesa anche ad altre città dove l’acqua viene pagata a prezzo d’oro”. Hanno detto i due deputati.

“Cari cittadini siciliani, occhio alle bollette idriche perché potreste pagare costi non dovuti, come ad esempio il canone per la depurazione delle acque reflue, caricato in bolletta dai gestori del servizio anche per quartieri e città dove i depuratori non sono attivi, cosa che sta succedendo a Caltanissetta”. Hanno aggiunto.