M5S su Muos: “Nessuna misura per prevenire i danni alla popolazione, la Regione sta a osservare in silenzio”

Assenza di misure adottate in occasione dei test sul sistema radar statunitense di Niscemi. È questa l’accusa mossa dal gruppo parlamentare M5S all’ARS in riferimento ai test sul Muos programmati per verificarne l’effettiva pericolosità.

Secondo il Movimento 5 Stelle sono state predisposte misure solo per l’ordine pubblico, ma nulla di fatto per prevenire danni alla popolazione. “Ci sembra paradossale – ha affermato il deputato Giampiero Trizzino – che si discuta di pericolosità del Muos da cinque anni e che nel giorno in cui viene avviato per verificarne gli effetti viene del tutto disapplicato il principio di precauzione. Sarebbe stato opportuno stabilire una distanza minima di sicurezza per l’incolumità della popolazione di Niscemi”. “È imbarazzante – ha aggiunto il capogruppo Angela Foti – il silenzio della Regione che sta a osservare senza muovere un dito. Del resto, il governo sulla vicenda è sempre stato contraddittorio, finendo per assumere un atteggiamento decisamente filostatunitense”.