Macchitella, da fiore all’occhiello a quartiere dimenticato

Marciapiedi scoscesi e disconnessi, strade percorse ad alta velocità, verde incolto e abbandonato al degrado e all’inciviltà. Condizioni che non farebbero di certo pensare a un quartiere che un tempo era il fiore all’occhiello della città: Macchitella.

Più volte i rappresentanti del comitato hanno sollecitato interventi da parte dell’amministrazione comunale in merito alla pericolosità delle arterie principali della zona, quali viale Mazara del Vallo e viale Cortemaggiore, per cui più volte è stato chiesto di installare dei dissuasori della velocità per invitare i cittadini alla guida di un veicolo di procedere con moderazione, considerata anche l’affluenza di gente che vi transita. E se non si è sicuri attraversando la strada, non va neanche meglio a chi passeggia lungo i marciapiedi, date le condizioni in cui versano. Particolare attenzione a riguardo meritano le vie Ravenna, Enrico Mattei, Pandino, Ferrandina e Orzivecchi. Insomma, una situazione non molto felice che rattrista chi ci abita e chi, come me, da piccola andava a Macchitella ed era sempre una gioia.