Manca la navetta per la città, protestano i migranti di Villa Daniela. Forza Nuova: estate vicina, e Manfria “insicura”

“Ancora rivolte tra migranti. Questa volta è successo nel centro Villa Daniela, dove sono intervenute le Forze dell’Ordine per mettere fine alla protesta”. L’episodio è stato raccontato da Forza Nuova Gela che chiede la chiusura del centro di accoglienza, specie ora che ci avviciniamo alla stagone estiva. La protesta è scoppiata a causa del mancato servizio navetta per gli ospiti, che così sono impossibilitati a recarsi in città. “Eppure il  dirigente del centro aveva rassicurato i residenti di Manfria che i migranti sarebbero stati  ospiti solo per alcuni mesi”. Ha sottolineato il movimeno. “Questi episodi frequenti in tutta Italia – riferisce Forza Nuova – rappresentano un’ulteriore testimonianza del fatto, ormai chiaro a tutti, che l’integrazione ha miseramente fallito e questo Stato, tramite le istituzioni deputate a rappresentarlo, non riesce a garantire la sicurezza dei suoi cittadini ed a tutelare il quieto vivere della comunità”. Forza Nuova invita i residente della frazione balneare a tener sempre gli occhi aperti, tra l’altro il movimento sta  organizzando  le “passeggiate della sicurezza” nelle ore notturne anche per dare un po’ di tranquillità agli abitanti del quartiere abbandonati dalle istituzioni.” Troviamo offensivo – riferisce Forza Nuova – il comportamento della classe politica cittadina adagiata passivamente nelle loro comode poltrone permettendo tutto questo. In campagna elettorale tutti avevano aveva promesso di rivalutare questa zona balneare , di certo una zona balneare meta di turisti non si rivaluta con l’ingresso di centinaia di migranti”.