Manfria: 40 giorni per avere l’acqua. Disponibile solo un’autobotte

Quaranta giorni di attesa per avere l’acqua nella zona balneare di Manfria. Si tratta di cittadini tra l’altro, residenti e non,  che hanno già pagato anticipatamente il “servizio convenzionato comunale”. Questo è il grido di allarme dell’associazione ViviAmo Manfria, Per adesso solo una autobotte comunale è disponibile per  servire centinaia e cenitnaia di case disposte in tutta la Piana di Gela, ha detto Antonio Cuvato, portavoce di Viviamo Manfria. “L’amministrazione non è nemmeno intenzionata a fare convenzioni con privati o riparare i mezzi comunali guasti”. Uno scenario mortificante, oggi ancor più di ieri, se consideriamo che c’era già un progetto di collegamento alla condotta idrica principale da far realizzare privatamente, già prima dell’estate, osteggiato da Caltaqua, che ha più volte sottolineato che esiste un loro progetto e che vi siano i finanziamenti. Intanto l’estate è arrivata e i problemi sono sempre quelli: Manfria a secco.